Blog: http://AmphetamineAnnie-dog.ilcannocchiale.it

Sono mare

Sono mare salato che lambisce i tuoi fianchi

Placido come un gatto che cerca rifugio tra anfratti accoglienti

Improvviso come un dolce rapace nell’affondare i miei denti tra il tuo piacere

Lasciati leccare come la colazione fredda di un felide

Muoviti lentamente in modo che il mio virgulto nervoso possa tirarti una smorfia al labbro per mostrarmi i denti

Ansima e avanza al tempo della mia spinta senza mordermi la mano

Asservita e devota girati e mostrami la lingua senza incrociare gli occhi.

Sono mare dolce che scivola dentro il tuo corpo.

Pubblicato il 5/2/2009 alle 9.4 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web